Vai al contenuto

Articolo: Come trattare l'onicolisi?

Qu'est-ce que l'onycholyse et comment la soigner efficacement ?
Beauté

Come trattare l'onicolisi?

L'onicolisi, o “peeling delle unghie”, è un motivo frequente di consultazione. Spesso indolore, può essere causato da una negligenza con le unghie, da una malattia della pelle o dall'assunzione di alcuni farmaci.

Per prevenire l’onicolisi e mantenere le unghie sane, è molto importante prendersene cura. Le unghie, infatti, svolgono diverse funzioni nella vita quotidiana e costituiscono uno specchio dello stato di salute generale.

 

 

Di cosa è fatto un chiodo?

Le unghie sono costituite essenzialmente da cheratina , e si dividono in tre parti distinte:

  • La lamina ungueale : è una lamina corneo composta da tre strati di cheratina che si sovrappongono. Lo strato inferiore è più morbido ed è collegato al letto ungueale.
  • Il letto ungueale : è una superficie della pelle dal colore rosa, su cui è posizionata la lamina ungueale. Solo l'estremità della compressa, chiamata anche “bordo libero”, è staccata. Il letto ungueale è di colore rosa a causa della sua elevata vascolarizzazione. La sua colorazione è visibile attraverso la lamina ungueale, che appare traslucida. Il letto ungueale può cambiare colore e diventare bianco o leggermente bluastro a seconda di diversi fattori ambientali e fisici (shock, trazione, pressione, compressione). È circondato su ciascun lato dall'epidermide delle pieghe ungueali e dalle pieghe laterali.
  • La matrice : questa parte si trova sotto la pelle alla base dell'unghia. Produce la cheratina necessaria per la formazione dell'unghia e garantisce la crescita della lamina ungueale. Possiamo vedere anche la lunula, una zona bianca posta alla nascita della lamina ungueale, che rappresenta il prolungamento della matrice.

La matrice ungueale è vascolarizzata e innervata ed è costantemente collegata al resto del corpo. La qualità della cheratina riflette lo stato di salute generale e le strutture che mantengono il sistema ungueale.

 

 

Gomme per capelli, unghie e pelle
✅Rinforza unghie e capelli
✅ Stimola la crescita dei capelli
✅ Idrata la pelle
Scopri le nostre caramelle gommose per capelli, unghie e pelle al gusto naturale di frutti di bosco, ricche di vitamine e oligoelementi. Le nostre caramelle gommose per capelli luminosi senza zucchero sono naturali, vegane, senza glutine e prodotte in Francia.

 

 

Cos'è l'onicolisi?

L'onicolisi è una condizione che provoca gradualmente il distacco parziale o totale dell'unghia.

L'unghia si stacca dal letto ungueale, una superficie di pelle situata sulle ultime falangi delle dita delle mani e dei piedi, su cui poggia e cresce.

Il distacco inizia dall'estremità dell'unghia (parte bianca dell'unghia che viene tagliata regolarmente) e può raggiungere la matrice, portando al completo distacco dell'unghia.

In alcuni casi, l’onicolisi può causare la caduta dell’unghia.

 

 

Quali sono i sintomi dell'onicolisi?

Quando si soffre di onicolisi, le unghie si sfaldano e si sollevano dall'alto. Si staccano gradualmente dal letto ungueale. 

È anche possibile che l'unghia cambi colore e diventi rosata, biancastra o gialla. A seconda della causa dell'onicolisi, l'unghia può anche essere marrone o verdastra.

Attenzione però, l'onicolosi non va confusa con l'onicomicosi (o micosi delle unghie). I sintomi di questa infezione sono:

  • Un ispessimento dell'unghia;
  • Scolorimento dell'unghia (scolorimento giallastro o biancastro);
  • Un indebolimento dell'unghia che diventa più fragile e friabile;
  • Possibile separazione dell'unghia;
  • Dolore o disagio;
  • Una spaccatura o spaccatura dell'unghia.

 

Cosa causa l'onicolisi?

Varie cause meccaniche, infiammatorie o infettive possono causare onicolisi:

  • Traumi o shock ripetuti (indossare scarpe troppo strette, dita incastrate in una porta, attività manuale, ecc.);
  • Pulizia aggressiva o eccessiva delle unghie;
  • Carenza di vitamine;
  • Esposizione a sostanze chimiche presenti nei detergenti, nei prodotti per manicure/pedicure o negli agrumi;
  • Una malattia dermatologica come l'eczema o la psoriasi (infiammazione cronica della pelle);
  • Assunzione di farmaci antibiotici (in particolare tetracicline) e di molecole destinate a ridurre o sopprimere la capacità immunitaria;
  • Esposizione al sole dopo l'assunzione di alcuni farmaci (tra cui doxiciclina, vandetanib, psoraleni e fluorochinoloni). Questa manifestazione è chiamata “fotoonicolisi”.
  • Onicomicosi, un'infezione fungina delle unghie.
  • Tireotossicosi, una condizione della tiroide.

 

 

Come trattare l'onicolisi?

 

 

 

 

Per curare l'onicolisi e ritrovare unghie sane , un'unghia nuova deve sostituire quella vecchia. La ricrescita può richiedere dai quattro ai sei mesi per le unghie delle mani e dagli otto ai dodici mesi per le unghie dei piedi.

In caso di sintomi suggestivi, si consiglia di consultare un dermatologo che determinerà la causa dell'onicolisi esaminando le unghie. Lui o lei può anche prelevare un campione di tessuto da sotto l'unghia per cercare funghi, lieviti o altre infezioni. Potrebbe anche ordinare un esame del sangue per verificare eventuali carenze alimentari.

Quando si diagnosticano le unghie, è anche necessario informare il medico se c'è una storia di psoriasi o altri problemi della pelle. Infatti, la psoriasi può causare onicolisi. I suoi sintomi principali sono macchie rosse o argentate sulla pelle, prurito, bruciore, dolore cutaneo o addirittura pelle secca e screpolata.

 

1- Trattare con corticosteroidi

Innanzitutto l’onicolisi può essere trattata con la terapia corticosteroidea locale. È un trattamento a base di corticosteroidi che deve essere applicato sulla polpa dell'unghia infetta.

Durante il trattamento, le unghie sciolte devono essere tagliate frequentemente per evitare trazioni e macerazioni sotto l'unghia. Le unghie separate dal letto ungueale sono più vulnerabili alle lesioni.

Inoltre, non dovresti strapparti le unghie, altrimenti rischi di farle staccare.

Se l'onicolisi è ripetitiva, si può prendere in considerazione un'ortoplastica modellata (dispositivo che corregge una funzione carente o una deformazione di una o più dita del piede).

 

2- Effettuare un trattamento antifungino

Se la causa dell'onicolisi è di origine micotica è necessario un trattamento antifungino. Questo trattamento viene somministrato per via orale per un periodo da 6 a 24 settimane, fino alla ricrescita di un'unghia sana.

È anche possibile applicare una crema sull'unghia interessata. Un antimicotico per uso locale spesso non è sufficiente. I funghi delle unghie richiedono molto tempo per essere curati e i trattamenti locali non sono sempre sufficienti se il danno è profondo.

 

3- Assumi integratori alimentari

In caso di carenze nutrizionali, il medico consiglia un ciclo di integratori alimentari per rinforzare le unghie e favorirne la sana ricrescita.

Le vitamine del gruppo B (in particolare la biotina) e lo zinco sono altamente raccomandati per ritrovare unghie lunghe e rinforzate.

Délicure propone caramelle gommose “ Glowing Hair ” vegane, naturali e prodotte in Francia. Contengono vitamine (biotina, B6, B9, B12 ed E) e oligoelementi (selenio e zinco) essenziali per il mantenimento della salute di capelli, unghie e pelle.

Infatti, unghie, capelli e pelle hanno una cosa in comune: sono costituiti da cheratina. È una proteina essenziale che garantisce la crescita e la forza di unghie e capelli e mantiene la pelle idratata impedendo la fuoriuscita dell'acqua.

Un apporto sufficiente di vitamine e oligoelementi favorisce la produzione e la sintesi della cheratina. Gli integratori alimentari ricchi di sostanze nutritive sono quindi preziosi alleati per ritrovare unghie più forti e resistenti.

 

 

 

Come prevenire l'onicolisi?

Per prevenire l’onicolisi e mantenere le unghie sane , soprattutto durante il trattamento, è opportuno mettere in pratica quotidianamente alcuni semplici ed efficaci gesti:

  • Evitare il contatto con l'acqua, indossando guanti quando si svolgono attività manuali o lavori a contatto con l'acqua;
  • Indossare scarpe impermeabili di dimensioni adeguate durante la pioggia battente. Le scarpe troppo piccole causano deformità delle unghie. Inoltre, i piedi bagnati possono causare funghi alle dita dei piedi, che possono causare onicolisi;
  • Mantenere l'unghia asciutta per evitare lo sviluppo di funghi;
  • Applicare lozioni antifungine sull'unghia per prevenire le infezioni;
  • Tagliare le unghie sciolte per evitare la trazione ed evitare che l'unghia si secchi;
  • Evitare il contatto con prodotti cosmetici o chimici che potrebbero indebolire le unghie;
  • Controlla l'aspetto delle tue unghie (la loro resistenza, il loro colore, ecc.) e consulta rapidamente un medico se sono danneggiate ;
  • Avere una dieta sana ed equilibrata e un buon stile di vita;
  • Prenditi cura delle tue unghie, utilizzando trattamenti naturali a base di oli vegetali , altrettanto efficaci per i tuoi capelli.
  • Taglia le unghie regolarmente per mantenerle corte e pulite. Le unghie corte sono meno soggette a traumi e lesioni. Per fare questo, devi scegliere un tagliaunghie pulito e, idealmente, una limetta per smussare i bordi.

L'umidità e i batteri si accumulano più facilmente sotto le unghie lunghe, creando un rischio maggiore di onicolisi.

Leggi anche

la mélisse est une plante connue dans le monde entier pour ses vertus apaisantes
CBD

I benefici della melissa

La melissa, o melissa (Melissa officinalis) è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Lamiaceae. Di origine mediterranea, è chiamata anche “melissa” per il suo odore di limone....

Per saperne di più
Astuces pour renforcer naturellement les cheveux et les ongles
Beauté

Come rinforzare unghie e capelli?

Capelli e unghie dicono molto sulla salute generale, sulla genetica ma anche sullo stile di vita. Oltre a svolgere un ruolo estetico, hanno una funzione protettiva contro le aggressioni esterne; qu...

Per saperne di più